All’arrembaggio!

One Piece (ONE PIECE – ワンピース Wan Pīsu) è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001.

La storia segue le avventure di Monkey D. Rufy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver innavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gom Gom. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Rufy esplora la Rotta Maggiore in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati.

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con oltre quattrocento milioni di copie in circolazione al 2017 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.One Piece è serializzato dalla Shūeisha sulla rivista settimanale Weekly Shōnen Jump a partire dal 19 luglio 1997. I singoli capitoli, solitamente una decina per volta, sono poi raccolti in volumi tankōbon e pubblicati a distanza di alcuni mesi, con il primo albo distribuito il 24 dicembre 1997. Ogni capitolo ha una pagina iniziale col titolo. Mentre la maggior parte dei mangaka la usano per espandere il capitolo di una pagina o per metterci un’illustrazione non legata alla storia Oda vi disegna delle miniavventure parallele, che continuano per diversi numeri e in cui compaiono nemici sconfitti o altri personaggi minori, creando così una loro storia secondaria. L’opera è tradotta in italiano e pubblicata da Star Comics nella collana Young a partire dal 1º luglio 2001 in un’edizione fedele all’originale giapponese. Dal 20 febbraio 2008 è inoltre in corso una ristampa chiamata One Piece New Edition.

Il manga è esportato in più di trenta Paesi nel mondo. In Nord America la Viz Media ne ha pubblicato i capitoli sull’antologia di manga Shonen Jump, fin dall’inizio della sua circolazione nel novembre 2002 e, in seguito alla chiusura della testata, in formato digitale sulla rivista elettronica Weekly Shonen Jump, con inizio il 30 gennaio 2012. Ogni capitolo è pubblicato due settimane dopo la sua uscita in Giappone. La Viz inoltre pubblica anche i volumi dell’opera a partire dal 2 settembre 2003. In Australia e Nuova Zelanda, l’opera è distribuita da Madman Entertainment dal 10 novembre 2008. Nel Regno Unito, Gollancz Manga ne ha pubblicato i primi 14 volumi, poi la pubblicazione è stata continuata da Viz Media con la stessa edizione disponibile per il mercato nordamericano. In Francia è edito da Glénat a partire da luglio 2013; in Spagna da Planeta DeAgostini da ottobre 2004; in Austria e in Germania da Carlsen Comics da dicembre 2000; in Russia da Comix Art. Per quanto riguarda l’Asia, il manga è pubblicato in Corea del Sud da Daewon C.I. dal 9 gennaio 1999; in Thailandia da Siam Inter Comics; a Taiwan da Tong Li Comics; in Cina da Zhejiang People’s Fine Arts Publishing House; e a Singapore da Chuang Yi Publishing fino al fallimento dell’editore nel 2012.
La prima versione animata di One Piece è l’OAV One Piece: Taose! Kaizoku Gyanzac, realizzato per il Jump Super Anime Tour 1998. L’episodio fu creato dallo studio Production I.G e diretto dal regista Gorō Taniguchi con il character design dello stesso Oda. L’OAV del 2010 Episodio 0 è un adattamento del Volume 0 del manga, che narra gli eventi precedenti e successivi alla morte di Gol D. Roger. Esso è stato distribuito in edizione limitata a sole tremila copie in collaborazione con la marca di alimenti House Foods.

La sigla è stata scritta da Alessandra Valeri Manera, musica di Max Longhi e Giorgio vanni , esistono tre versioni diverse di questa sigla, la prima versione quella televisiva cantata da Cristina D’Avena e giorgio Vanni è ancora inedita in quanto non è mai stata pubblicata in nessun supporto, la seconda versione pubblicata nel Fivelandia 19 è cantata solo da Cristina D’Avena e la terza versione pubblicata nel Giorgio Vanni super hits è cantata solo da Giorgio vanni.

La versione cantata da Cristina D’Avena è stata pubblicata nei seguenti album, “Fivelandia 19”, “Cartuno”, “Cristina D’Avena greatest hits”, “Cartuno parte 2”, “Cartoon story”, “Cartoon music mania” (estate), “Cristina for you”, “Cartoonlandia story 2000-2010”, “Il meglio di cristina D’Avena”, “Balla e canta con nonna Pina”, “Cristina D’Avena 30 e poi…parte prima”, “Cristina D’Avena”, “#le sigle più belle”, “I grandi classici”.

Prodotto e arrangiato da Max Longhi
Registrato e mixato da Max Longhi al Keypirinha Recording Studio, Lesmo (Milano)
Tastiera e programmazione: Max Longhi
Chitarre: Giorgio Vanni
Supporto tecnico: Digi Design Italy
Cori: I Piccoli Cantori di Milano diretti da Laura Marcora
Cori aggiuntivi: Nadia Biondini, Simona Scuto, Marco Gallo, Giorgio Vanni
REMIX
Remix by Morris Capaldi e Michele Brustia
Prodotto da Max Longhi e Giorgio Vanni per Banzai Music Production SnC
Supervisione musicale: Max Longhi e Giorgio Vanni per Banzai Music Production SnC
Remixato da Morris Capaldi e Michele Brustia all’Act Studio, San Damiano (Milano)

Sigla della serie animata One Piece – All’arrembaggio!.
Edita la versione remix.
Il brano presenta tre versioni interpretative: una interpretata da Cristina D’Avena,
la versione televisiva, inedita su disco, interpretata da Cristina D’Avena in coppia con Giorgio Vanni,
una interpretata nel 2010 solamente da Giorgio Vanni.

 

OH OH OH OH OH
OH OH OH OH OH OH OH OH OH

È un veliero di pirati
veramente scatenati,
una ciurma irresistibile.
C’è un ragazzo capitano
che nel cuore è un veterano,
il pirata più temibile.

Spunta il sole all’orizzonte,
l’equipaggio è già sul ponte
e il vascello leva l’ancora.
Salpa verso l’avventura
senza un’onda di paura
e non perde mai la bussola.

In questa nave di pirati
noi siamo capitati,
cercando quel tesoro che si chiama One Piece.
E in mezzo al mare azzurro e grigio
sale questo grido…

Ciurma,
andiamo tutti all’arrembaggio!!!
Forza,
vediamo adesso chi ha coraggio!!!
Niente
è più importante del tesoro ma
chissà dove sarà!
Un solo grido:

Ciurma, CIURMA
c’è un bastimento di corsari!!!
Forza, FORZA
noi siamo i re dei sette mari!!!
Niente
potrà fermarci e adesso siamo qua!
Avanti, che si va!
Un solo grido…

Pirati siamo noi!
All’arrembaggio!
Pirati siamo noi!
All’arrembaggio!

All’arrembaggio!

OH OH OH OH OH
All’arrembaggio!
OH OH OH OH OH OH OH OH OH

Giorno e sera
la bandiera
con un teschio minaccioso
sempre sventola.
Vento in poppa
per la rotta
che al tesoro porterà.
Un solo grido,
ancora un grido:

Ciurma, CIURMA
andiamo tutti all’arrembaggio!!!
Forza, FORZA
vediamo adesso chi ha coraggio!!!
Niente
è più importante del tesoro ma
chissà dove sarà!
Un solo grido:

Ciurma,
c’è un bastimento di corsari!!! OH OH OH OH
Forza,
noi siamo i re dei sette mari!!! OH OH OH OH
Niente
potrà fermarci e adesso siamo qua!
Avanti, che si va!
Un solo grido:

Pirati siamo noi!
All’arrembaggio!
Pirati siamo noi!
All’arrembaggio!

All’arrembaggio!

OH OH OH OH OH
All’arrembaggio!
OH OH OH OH OH OH OH OH OH