What’s my destiny Dragon Ball

Dragon Ball Z (ドラゴンボール Z Doragon Bōru Zetto), talvolta contratto in DBZ e trasmesso da Mediaset come What’s My Destiny Dragon Ball, è una serie televisiva anime prodotta dalla Toei Animation, per la regia di Daisuke Nishio, e tratta dal manga Dragon Ball di Akira Toriyama, riprendendone i volumi dal 17 al 42. Costituisce il sequel della serie televisiva Dragon Ball. È stato trasmesso in Giappone su Fuji Television dal 26 aprile 1989 al 31 gennaio 1996, per un totale di 291 episodi.

Dragon Ball Z narra le avventure di Goku, ormai divenuto adulto, il quale si è sposato con Chichi e da cui ha avuto due figli, Gohan e, successivamente, Goten. Con il proseguire della serie e delle avventure, aumentano sia gli avversari sia la loro potenza, e le battaglie che ne derivano causano un allontanamento sempre maggiore da quella che era la base della storia in Dragon Ball, ovvero la ricerca delle sfere del drago. Si privilegiano così la crescita dei personaggi e il susseguirsi degli scontri, affidandosi a una trama rivelatasi di enorme successo. La serie copre un arco narrativo di 22 anni, partendo dall’attacco di Radish e concludendosi con la partenza di Goku allo scopo di allenare Ub in occasione del 28º Torneo Tenkaichi.

Grazie all’enorme successo, sono stati prodotti 15 film cinematografici, due OAV, due speciali televisivi, un ONA, diversi videogiochi e un gioco di carte collezionabili chiamato Dragon Ball Z Collectible Card Game. Vincitore nel 2006 del Best Anime Video Awards, nello stesso anno un sondaggio decretò Dragon Ball Z come la serie TV più memorabile di sempre. Goku è stato eletto tramite la classifica Oricon il miglior eroe negli anime. Nel maggio 2010, in un sondaggio di Cool Japan che chiedeva quale anime era meglio far conoscere al mondo secondo la cultura giapponese, le serie animate di Dragon Ball si sono piazzate nella posizione più alta.

Ha infine avuto un seguito, Dragon Ball GT, trasmesso a partire dal 1996 e non tratto da alcun manga. Dal 5 aprile 2009 è andata in onda su Fuji TV Dragon Ball Kai, una nuova versione dell’anime, rimasterizzata in alta definizione e privata di molte parti non presenti nel manga. Nel 2015 viene annunciato un nuovo sequel dal titolo Dragon Ball Super, in onda in Giappone a partire da luglio 2015, ed è supervisionato dallo stesso Akira Toriyama, rielaborando gli eventi narrati nei lungometraggi La battaglia degli dei e La resurrezione di ‘F’.
La regia generale è di Daisuke Nishio, Takao Koyama si è occupato della sceneggiatura compositiva della serie, mentre Minoru Maeda è stato a capo delle animazioni e character designer degli episodi 1-199, per poi essere sostituito da Katsuyoshi Nakatsuru (nei character design); allo stesso modo Yuji Ikeda e Ken Toshige si sono occupati dei fondali, infine Shunsuke Kikuchi ha curato l’intera colonna sonora.

Lo staff della serie ideò dei possibili titoli da dare al nuovo anime, quali Dragon Ball: la grande avventura di Gohan (ドラゴンボール 悟飯の大冒険 Doragon Bōru: Gohan no Daibōken?), Shin Dragon Ball (新ドラゴンボール Shin Doragon Bōru, Nuovo Dragon Ball), Dragon Ball 2 (ドラゴンボール2 Doragon Bōru tsu), Dragon Ball: Wonder Boy (ドラゴンボール ワンダーボーイ Doragon Bōru: Wandā bōi) e Dragon Ball 90 (ドラゴンボール90 Doragon Bōru kyūjū). In seguito chiese direttamente ad Akira Toriyama il titolo da dare, e lui propose di usare lo stesso titolo con una “Z” alla fine in quanto ultima lettera dell’alfabeto, quindi Dragon Ball Z.

Vi sono alcune differenze tra anime e manga che riguardano l’aggiunta nella serie animata di storie originali, o meglio “filler”, ovvero scene o interi episodi riempitivi di intermezzo con il proposito di allungare i tempi delle puntate nel caso di sequenze aggiunte, e per dare tempo all’autore di continuare il fumetto, all’epoca in corso d’opera, prima di riprendere la storia principale. Ad esempio, l’arco di Garlic Jr. e quello del Torneo delle quattro galassie sono interamente originali.
La serie Dragon Ball Z è composta da 291 episodi. L’intera storia di Dragon Ball Z si suddivide convenzionalmente in quattro parentesi narrative, in base ai nemici che Goku dovrà affrontare e sconfiggere per la salvezza della Terra e dell’universo:

Saga dei Saiyan
Saga di Freezer
Saga di Cell
Saga di Majin Bu
Tra l’arco di Freezer e quello di Cell vi è un arco minore non presente nel manga, l’arco di Garlic Jr., che si riallaccia alle vicende raccontate nel film Dragon Ball Z: La vendetta divina.

Anche tra l’arco di Cell e quello di Majin Bu c’è un piccolo intermezzo non presente nel manga, l’arco del Torneo delle quattro Galassie. Questo mini-arco si riallaccia al film Dragon Ball Z: Il diabolico guerriero degli inferi.
La serie fu trasmessa su italia 1 dal 2 marzo 2000, alle 13:40 del pomeriggio.
La sigla è stata scritta da Alessandra Valeri Manera, musica di Max Longhi e Giorgio Vanni è cantata da Giorgio Vanni ed è stata pubblicata nei seguenti album, “Fivelandia 18”, “Pokemon cartoons dance compilation”, “Cartuno”, “Cristina D’Avena e i tuoi amici in tv 15”, “Cartuno parte 2”, “Cartoon story”, “Cartoonlandia boys”, “Cartoonlandia boys e girls story”, “Cartoon music mania ” (estate), “Giorgio Vanni project”, “Oltre i cieli dell’avventura”, “Cartoonlandia story 2000-2010”, “Giorgio Vanni super hits”, “Fantastiche avventure”.

Prodotto e arrangiato da Max Longhi
Registrato da Max Longhi al Keypirinha Recording Studio, Lesmo (Milano)
e da Paolo Cingolani al Metropolis Recording Studio, Milano
Mixato da Paolo Cingolani al Metropolis Recording Studio, Milano
Tastiera e programmazione: Max Longhi
Chitarre: Giorgio Vanni
Cori: I Piccoli Cantori di Milano diretti da Laura Marcora
Cori aggiuntivi: Marco Gallo, Roberto Oreti, Silvio Pozzoli
 REMIX
Remix by Morris Capaldi e Michele Brustia
Prodotto da Max Longhi e Giorgio Vanni per Banzai Music Production SnC
Remixato da Morris Capaldi e Michele Brustia all’Act Studio, San Damiano (Milano)
Supporto tecnico: Obrhaim & Viscount / Titan Music Italy / Prina Musical Instruments, Milano
 REMIX 2010
Remix by Valerio Vicentini.
Prodotto da Max Longhi e Giorgio Vanni per Lova Music Srl

Edite due versioni remix e la base musicale con coro (il secondo remix è inserito nel medley
Hypnotic Remix nell’album Giorgio Vanni Project – I cartoni di Italia 1.
Nel 2010 Giorgio Vanni interpreterà una nuova versione del brano.

 

DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL

Chi sei
Goku non lo sai
però,
presto lo scoprirai
e poi
tu scomparirai.

Andrai
nell’immensità,
laggiù
incontro all’oscurità,
finché
tutto cambierà.

Una nuova realtà,
con le sue verità
scaverà nel tuo passato
e guardando più in là
il tuo cuore saprà
ritrovare Dragon Ball.

What is my destiny Dragon Ball,
io so che tu lo sai Dragon Ball
perché non c’è
un drago che
sia grande come te.

What is your destiny Dragon Ball, What is your destiny
tu non ce lo dirai Dragon Ball, What is my destiny
ma tornerai
e già lo sai
che il buio vincerai.

Dragon Ball!
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL
Dragon Ball!
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL
Dragon Ball!
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL
Dragon Ball!
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL

L’oscurità
splendente diverrà
con te
perché
la tua fiamma oramai
è più ardente che mai.

What is my destiny Dragon Ball,
io so che tu lo sai Dragon Ball
perché non c’è
un drago che
sia grande come te.

WHAT IS MY DESTINY DRAGON BALL What is my destiny
UOH OH OH OH OH OH DRAGON BALL What is your destiny
UOH OH OH OH
UOH OH OH OH
UOH OH OH OH OH

What is your destiny Dragon Ball, What is your destiny
tu non ce lo dirai Dragon Ball, What is my destiny
ma tornerai
e già lo sai
che il buio vincerai.

Dragon Ball!
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL
Dragon Ball!
DRAGON, DRAGON, DRAGON, DRAGON BALL
Dragon Ball!!!